Chiaia

Chiaia o Chiaja, deriva il suo nome dallo spagnolo playa, spiaggia, e si tratta infatti di un quartiere originariamente nato come piccolo borgo sulla parte costiera della città.

Antico ed elegante quartiere, già dalla fine del '600, durante il regno di Carlo II, questa parte di città posta tra il mare e la collina del Vomero fu abbellita e ornata con giardini e fontane. La strada più antica del quartiere, Riviera di Chiaia, in principio si apriva sulla spiaggia del litorale napoletano e ad oggi costeggia la villa comunale da un lato e molti palazzi nobiliari dall'altro come la celebre villa Pignatelli, meraviglioso esempio di architettura neoclassica e sede del museo delle carrozze oltre che, in alcuni periodi, di suggestivi concerti ed eventi.

La parte interna del quartiere è sicuramente tra le zone più eleganti di Napoli ed un centro culturale e commerciale di grande importanza.

Grandi e lussuose strade con nobili palazzi d'eccezionale eleganza, vicoli intrecciati dove bar e night club sono divenuti il cuore della movida cittadina, negozi d'alta moda e storiche e pregiate sartorie napoletane cedono il passo ad angoli più popolari e caratteristici o a reticoli di piccole strade che portano verso la costa e il lungomare.

È il quartiere dove meglio forse si può vedere il legame e la stretta convivenza secolare tra plebe e la nobiltà caratteristica storica del tessuto sociale della città. La Villa Comunale, ex villa reale, storico parco pubblico adiacente al mare fu descritta da Dumas come la più bella e aristocratica passeggiata del mondo, paragonata al giardino delle Tuileries con il mediterraneo a far le veci della Senna.

La bella passeggiata ospita al suo interno la stazione zoologica di Napoli in cui troviamo l'acquario più antico di Italia, il secondo più antico d'Europa.

All'interno della villa la passeggiata si snoda tra riproduzioni neoclassiche di statue di epoca romana e fontane e sculture d'età tardo rinascimentale. Le statue qui poste furono inserite nel real passeggio di Chiaia in sostituzione delle opere farnesiane custodite oggi nel Museo Archeologico di Napoli.

Servizio 24h

Telefono in camera

Carta magnetica

Wifi

TV

Cassaforte

Frigo-bar

Non Fumatori

letti divisibili

Phon

Asciugamano

Doccia